print preview Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale

Confezione di uniformi: a volte deve essere anche su misura

I militari ai quali non può essere assegnata una taglia dell’uniforme d’uscita 95 hanno bisogno di un’uniforme su misura. Ogni anno armasuisse procura circa 80 pantaloni e giacche personalizzati. A ciò si aggiungono tutte le uniformi della fanfara dell’esercito, con circa 20 pantaloni, giacche e gilet appositamente adattati.

18.03.2021 | Ron Bertolla, SS Servizi commerciali Beni, SS Acquisti e cooperazione

La Brass Band dell’esercito svizzero indossa un’uniforme nera con strisce rosse.
La Brass Band dell’esercito svizzero indossa un’uniforme nera con strisce rosse.

Nella scelta del fornitore, era importante che fosse in grado di riconoscere e implementare modifiche complesse come le correzioni di taglio senza cambiare il carattere dell’uniforme. Per le modifiche semplici, il fornitore riceve delle schede per le misure con le informazioni necessarie che vengono compilate dai collaboratori dell’esercito nelle sedi dell’armamento. Per gli adattamenti complessi, è compito del fornitore prendere le misure del futuro indossatore dell’uniforme, determinare gli adattamenti e implementarli.

Gli articoli vengono confezionati secondo le specifiche tecniche di armasuisse. Dal momento che il militare è alla scuola reclute o frequenta il corso di ripetizione, sono necessarie una realizzazione e una consegna rapida in 10-15 giorni. Di conseguenza, i requisiti di un fornitore sono elevati.

È richiesta la competenza tecnica svizzera

Già dal 2014 la ditta svizzera Schuler Manufaktur 6418, specializzata nella confezione su misura di uniformi, fornisce all’esercito uniformi personalizzate per le donne. Dal gennaio 2021 presso l’azienda a conduzione familiare, fondata nel 1942, è disponibile l’intero assortimento. A Rothenthurm l’azienda ha sufficienti capacità di produzione per poter produrre le quantità corrispondenti per l’esercito.

Promuovere una collaborazione efficiente

Nella ditta prendono le misure diverse persone con diverse lingue madri che coprono così le regioni linguistiche più importanti dell’esercito. Inoltre, come armasuisse, lavorano con il sistema di disegno in sezioni «Lectra» che evita lavori di conversione. Dall’acquisto delle uniformi su misura per le donne, non ci sono stati né ritardi nelle consegne né problemi di qualità. Con il precedente fornitore abbiamo avuto problemi di qualità e di date di consegna. Ecco perché abbiamo deciso di passare alla ditta Schuler. In questo modo si possono sfruttare le sinergie, dato che gli stessi materiali sono utilizzati per le donne e per gli uomini. Anche la formazione offerta dall’azienda ai collaboratori dell’esercito che prendono le misure nelle sedi dell’armamento ha dato buoni risultati.