print preview Ritornare alla pagina precedente Pagina iniziale

Sottoscrizione del contratto di prolungamento della durata di utilizzazione dei carri armati granatieri 2000 (Spz 2000 NUV)

Il 18 novembre 2020, il capo dell'armamento Martin Sonderegger e il capoprogetto Roger Schwenter hanno firmato il contratto per il prolungamento della durata di utilizzazione dei carri armati granatieri 2000. A causa dell’attuale situazione legata alla pandemia di COVID-19 non è stato possibile farlo congiuntamente all’appaltatore generale, l’azienda Firma BAE Systems Hägglunds AB, che aveva già firmato il documento presso la propria sede di Örnsköldsvik, in Svezia.

18.11.2020 | Settore specialistico dei sistemi commerciali terrestri pesanti e materiali speciali, Adrian Strobel

Carri armati granatieri 2000 guida nella foresta

Il contratto per il prolungamento della durata di utilizzazione dei carri armati granatieri 2000 è parte integrante del messaggio sull’esercito 2020, accettato dalle Camere federali nel 2020. L’obiettivo del prolungamento della durata di utilizzazione è consentire l’impiego del carro armato granatieri fino al 2040. L’incarico include principalmente la sostituzione degli assiemi obsoleti, che non possono più essere sottoposti a manutenzione a causa della loro età. Per migliorare la mobilità e ridurre i danni al veicolo causati dalle vibrazioni, la flotta verrà inoltre dotata di sospensioni attive. Il programma prevede la produzione di due modelli campione della serie in Svezia e in seguito di cinque veicoli di serie zero presso RUAG AG, Land Systems a Thun. Dopo aver portato a termine con successo la verifica di questa serie zero, l’intera flotta subirà la trasformazione presso RUAG AG a Thun. Al termine dell’operazione, la truppa avrà di nuovo a disposizione 186 veicoli, che contemporaneamente alla trasformazione verranno sottoposti anche a manutenzione. Nella fase d’utilizzo, RUAG AG si occuperà a Thun anche della funzione di centro di competenza per il materiale (CCM).

Il contratto con l’appaltatore generale prevede inoltre una compensazione pari al 100% del valore del contratto tramite cosiddette attività di offset. In questo contesto, in precedenza è stato negoziato con lo stesso un offset agreement, firmato il 24 settembre 2020. A questo obbligo di compensazione si adempirà da un lato con i lavori presso RUAG AG (offset diretto), mentre dall’altro l’appaltatore generale assegnerà altri incarichi all’industria svizzera.

Comunicazione armasuisse Jacqueline Stampfli
V. capo della comunicazione
Tel.
+41 58 464 60 42

E-Mail