print preview

Rapporto di sostenibilità armasuisse 2021 – Intervista a Philip Spengler, responsabile Gestione processi, qualità e ambiente

Grazie all’attuazionea realizzazione del pacchetto clima e l’implementazione di misure ambientali proprie, armasuisse ottimizza le implicazioni ambientali e riduce le proprie emissioni di gas serra. Una panoramica delle misure pianificate e attuate è disponibile nel nuovo rapporto di sostenibilità armasuisse 2021.

Lea Ryf, settore specialistico Comunicazione, settore di competenza Risorse e supporto

Philip Spengler, responsabile della Gestione processi, qualità e ambiente presso la stazione di ricarica di un veicolo elettrico dell’amministrazione.

 

Oggi è uscito il Rapporto di sostenibilità armasuisse 2021, che presenta il concetto di mobilità di armasuisse. Quali misure include?

Innanzitutto, bisogna sempre chiedersi se un determinato viaggio sia assolutamente necessario o meno. In tal senso la pandemia, con i confini chiusi e l’obbligo dell’home office, ha dimostrato che lo scambio via Skype e altri tool non solo funziona bene, ma può anche essere molto efficiente. Se è necessario un incontro di persona, l’indicazione è «treno anziché aereo». Tra le altre cose, questa nuova direttiva prevede di evitare l’uso dell’aereo per le destinazioni raggiungibili in sei ore di treno. Il viaggio in treno, autobus e tram può anche essere combinato con il noleggio di veicoli Mobility. Nei casi in cui i collaboratori o le collaboratrici abbiano bisogno di un’auto aziendale, è a loro disposizione un parco veicoli moderno. Per la prima volta, è disponibile anche un gran numero di auto elettriche. Dati gli attuali costi del carburante, questi veicoli presentano anche vantaggi economici. Per brevi tragitti è possibile andare a piedi o noleggiare una bicicletta, anche a beneficio della salute.

Il concetto di sostenibilità deriva originariamente dalla silvicoltura: non si dovrebbero abbattere più alberi di quanti ne possano ricrescere nello stesso periodo. Poiché sono io stesso proprietario di un piccolo pezzo di foresta privata, conosco fin troppo bene questo principio.

Anche negli acquisti di armasuisse vengono adottati criteri di sostenibilità ecologica, sociale ed economica. Puoi darci un esempio di sostenibilità negli acquisti?

Durante ogni acquisto viene considerata la sostenibilità ambientale. Per questo, apposite liste di controllo ambientale sono integrate nei processi di acquisto. Ovviamente il livello d’impatto e la ponderazione sono abbastanza diversi per ogni merce. Ad esempio, nel settore degli acquisti di automobili, l’impatto ambientale (compreso il consumo di carburante) rappresenta un criterio molto importante, al quale è necessario dare un forte peso. Ci sono inoltre indicazioni supplementari che impongono l’acquisto prioritario di veicoli amministrativi con motorizzazione elettrica. I criteri sociali, invece, sono integrati a loro volta nella valutazione, fra gli altri, degli acquisti di tessili. Infine, bisogna tener conto anche degli aspetti relativi ai costi, grazie a un’analisi del valore d’uso. È chiaro che acquistiamo il bene che soddisfa i requisiti e che è più vantaggioso in termini di prezzo. Ciò corrisponde alla dimensione della sostenibilità economica.

Come viene implementata la sostenibilità nella messa fuori servizio e nell’impiego ulteriore di un bene acquistato?

Se un bene viene messo «fuori servizio», non significa semplicemente che finisca tra i rifiuti. Così come nel caso di un acquisto, anche per lo smaltimento si segue un processo globale e chiaramente definito. Ciò include, tra l’altro, l’esame dei materiali pericolosi esistenti, l’accertamento di un possibile riutilizzo di determinati elementi (ad es. sotto forma di pezzi di ricambio), la consegna di materiali in quanto beni culturali (ad es. ai musei), la trasmissione nell’ambito di aiuti umanitari o il sostegno alle istituzioni civili. Se necessario, alcuni sistemi possono essere venduti o riciclati, generando ricavi. Oltre all’ovvia sostenibilità ecologica, la vendita comporta anche un certo ricavo, il che ci pone sul piano della sostenibilità economica. L’utilizzo per gli aiuti umanitari o la distribuzione per scopi culturali è al servizio della sostenibilità sociale. Il rapporto di sostenibilità documenta il riutilizzo dei computer portatili nelle scuole in Africa.

L’interazione ottimale tra sostenibilità economica, sociale ed ecologica sarà sempre più importante in futuro.

armasuisse si impegna per la sostenibilità nelle proprie attività. Questa include il consumo di energia elettrica, acqua, carta, rifiuti e carburante. Cosa si può dire di questo nel 2021?

Per quanto riguarda i consumi energetici e idrici nel settore edilizio, l’ottimizzazione maggiore è stata raggiunta con il trasferimento della sede centrale a Guisanplatz. In altri tempi, gli edifici di Kasernenstrasse e Blumenbergstrasse erano ancora riscaldati a olio. Gli impianti sanitari erano vecchi, così come gli involucri degli edifici. Un’enorme differenza rispetto alle condizioni attuali. Gli edifici sono isolati in modo eccellente e un sofisticato sistema di controllo assicura un funzionamento economico. Il riscaldamento è assicurato da una pompa di calore e l’acqua piovana viene recuperata in modo da ridurre il consumo per gli sciacquoni. Abbiamo installato anche un impianto fotovoltaico sul tetto. Naturalmente, il consumo energetico di questo edificio è influenzato anche dalle condizioni atmosferiche. Non dimentichiamo le numerose intemperie e la fredda primavera del 2021.

Un altro importante fattore di influenza è stata la pandemia. Negli ultimi due anni, molto lavoro è stato svolto da casa e le mense a volte sono state completamente chiuse. Di conseguenza, anche le cifre dei consumi (elettricità, carta, rifiuti) nella sede principale risultano più basse. Alcuni dati indicano che dal 2021 in poi si è tornati a lavorare in loco. Riconosciamo anche l’influenza della diffusione della digitalizzazione. I sistemi digitali contribuiscono, tra l’altro, a ridurre il consumo di carta.

Per quanto riguarda il consumo di carburante per la flotta di servizio, possiamo dire che un numero importante di veicoli elettrici è stato acquistato a fine 2021 e inizio 2022. Pertanto, l’effetto positivo che questa scelta produrrà sui consumi sarà evidente solo nei risultati del 2022. Seguiranno altre tranche di auto di servizio elettriche non appena potranno nuovamente essere consegnate.

La pianificazione e l'implementazione di misure ambientali è un lavoro di squadra - Grazie a tutti i partecipanti.

 Per recarci al seminario sulla Gestione della qualità a Sigriswil, abbiamo potuto prendere in prestito un’auto elettrica. Già il solo viaggio è stata un’esperienza piacevole.

Breve ritratto Philip Spengler

Philip Spengler ha conseguito una laurea in geografia, un diploma di istruzione superiore e un CAS in gestione di progetti sistemici e uno in sviluppo sostenibile. Ha inoltre conseguito un Diploma of Advanced Studies in Amministrazione aziendale ed è titolare di un Executive MBA in General Management. Dopo aver lavorato come insegnante nella scuola secondaria e nel ginnasio, consulente per clienti aziendali, responsabile di programmi e progetti e responsabile della strategia e dello sviluppo in grandi aziende svizzere, è entrato in armasuisse nel 2012. Dal 2012 è responsabile della Gestione processi, qualità e ambiente nel settore specialistico Sviluppo aziendale. Dirige inoltre il progetto «Sviluppo del pacchetto clima e misure ambientali di armasuisse».

Rapporto di sostenibilità armasuisse 2021