print preview

Dal tessuto mimetico alla borsa

Il progetto Sistema modulare di abbigliamento ed equipaggiamento SMAE comprende un centinaio di elementi ed è suddiviso nei sottosistemi Vestiario da combattimento, Sistema di trasporto, Sistema di idratazione e Protezione balistica per il corpo. Parecchi elementi sono costituiti da borse per oggetti di equipaggiamento che i militari portano con sé, come ad es. caricatori dei fucili d’assalto, materiale sanitario, coltello militare, torce, apparecchi radio ecc.

La lavorazione del tessuto mimetico in borse, nota anche come confezionamento, si basa fortemente sulla suddivisione dei compiti e comprende numerose fasi di lavoro, che descriviamo brevemente di seguito.

Prima fase: preparazione del materiale

Una borsa militare è costituita da tessuto mimetico e altri accessori come nastri velcro, bottoni a pressione, elastici con cordoncini, fettucce, fibbie e cinghie.

Il tessuto mimetico viene fornito da armasuisse al produttore dell’abbigliamento, mentre gli accessori necessari vengono acquistati dal produttore stesso. Questo materiale viene acquistato al metro e stoccato in magazzino.

Seconda fase: Taglio

Il tessuto mimetico e gli accessori vengono tagliati nelle dimensioni esatte, a mano o con macchine da taglio. Vengono prodotti circa 40 modelli diversi di borse, che si differenziano per dimensioni e funzioni. Ogni modello è composto da almeno tre parti di tessuto mimetico tagliate e da almeno tre accessori diversi. Per questo motivo, prima della prossima tappa, la cucitura vera e propria, è necessario preparare e assemblare un gran numero di tagli e accessori.

La macchina da taglio è in grado di tagliare simultaneamente diversi strati di tessuto
La macchina da taglio è in grado di tagliare simultaneamente diversi strati di tessuto

Terza fase: il cucito

Le parti tagliate e gli accessori vengono ora cuciti insieme. Le sarte e i sarti non confezionano una borsa completa in un’unica postazione di lavoro. Nelle cosiddette linee di cuciture, eseguono solo alcune cuciture alla volta e poi passano il pezzo ai colleghi per la fase di lavoro successiva. Possono essere necessarie fino a 20 fasi di lavoro per completare una borsa. La cucitura manuale è lo standard a livello mondiale per i prodotti tessili e richiede quindi molto personale. I robot da cucito sono presi in considerazione solo a livello teorico, in fase di studio, e per il momento rimangono un «sogno del futuro». Solo per determinate cuciture semplici, che richiedono una qualità elevata e costante – come per le fettucce – si utilizzano le cosiddette macchine per cucire automatizzate, dotate di sagome realizzate appositamente. Tuttavia, questo vale solo per la produzione di quantità molto elevate, vale a dire nell’ordine di milioni di pezzi.

Quarta fase: controllo finale e imballaggio

Tra le singole fasi di cucitura e dopo la rifinitura (taglio dei fili sporgenti), la qualità della cucitura viene controllata e, se necessario, corretta. Questo controllo di qualità in più fasi garantisce una qualità di cucitura costante per le borse prodotte in serie.

Borsa per caricatori di fucili d’assalto: aperta davanti (a sinistra), chiusa davanti (al centro), retro con fettucce (a destra)
Borsa per caricatori di fucili d’assalto: aperta davanti (a sinistra), chiusa davanti (al centro), retro con fettucce (a destra)

Il lavoro di cucito è un’attività di routine manuale fortemente basata sulla suddivisione del lavoro, progettata per essere molto efficiente per ragioni economiche. Pertanto, per noi è importante che vengano rispettate le norme di sicurezza e le condizioni di lavoro. Ed è per questo motivo che armasuisse organizza regolarmente audit presso le aziende produttrici e richiede uno dei sigilli di qualità diffusi e riconosciuti nell’industria tessile. Questi definiscono gli standard sociali minimi e vengono controllati ripetutamente.