print preview

Meno emissioni di CO2 grazie alla moderna produzione di calore

Per quanto riguarda gli immobili del DDPS, un punto decisivo è l’impiego capillare di fonti di energia rinnovabili per la produzione di calore. Markus Bernath, consulente specializzato Energia presso armasuisse Immobili, spiega come nei prossimi anni si potranno risparmiare migliaia di tonnellate di CO2 con i moderni impianti di produzione di calore.

Immobili, settore specialistico gestione delle questioni ambientali, norme e standard, Markus Bernath

Markus Bernath indossa un elmetto, tiene in mano un quaderno e sta in piedi su un tetto. Sullo sfondo si vedono diversi edifici e la catena montuosa intorno allo Stockhorn.
Markus Bernath, consulente specializzato Energia presso armasuisse Immobili

Il Pacchetto clima della Confederazione prevede per il DDPS di ridurre del 40 percento le emissioni di gas serra entro la fine del 2030 rispetto al 2001. Le restanti emissioni di gas serra devono essere completamente compensate con certificati di riduzione. Un compito impegnativo per armasuisse Immobili, perché il settore immobiliare del DDPS causa circa il 20 percento delle emissioni del Dipartimento. Mentre dal 2001 è stato possibile ridurre le emissioni di gas serra nel DDPS di ben 80 000 tonnellate CO2, il settore immobiliare del DDPS deve risparmiare entro il 2030 circa altre 20 000 tonnellate di CO2. Per raggiungere questo obiettivo, la gestione immobiliare del DDPS punta sulla combinazione di diverse misure che comportano un aumento degli investimenti:

  • Per gli immobili si ridurrà il fabbisogno di energia, aumentando nel contempo l’efficienza energetica.
  • Nell’ambito della mobilità, gli edifici amministrativi verranno dotati di stazioni di ricarica che garantiscono l’approvvigionamento di elettricità per le future generazioni di veicoli. 
  • Allo stesso tempo, si dovrà potenziare la produzione e l’immagazzinamento di energia rinnovabile, anche per coprire il fabbisogno energetico supplementare di elettricità mediante impianti fotovoltaici. 
  • Gli impianti di produzione di calore a combustibili fossili saranno sostituiti. La produzione di calore offre il potenziale comparativamente maggiore per risparmiare gas serra. In questo caso, è importante rinunciare con coerenza ai combustibili fossili e affidarsi alle fonti di energia rinnovabili.

Riduzione delle emissioni di CO2 grazie a sistemi di riscaldamento rispettosi dell’ambiente

Per raggiungere l’ambizioso obiettivo climatico entro il 2030, il DDPS investirà nei prossimi dieci anni quasi 90 milioni di franchi in impianti di riscaldamento ecologici. armasuisse Immobili, in veste di rappresentante del proprietario, persegue l’obiettivo concreto di sostituire gli impianti di produzione di calore con fonti di energia rinnovabili. Questa misura sarà generalmente realizzata nell’ambito di manutenzioni, adeguamenti d’uso e risanamenti generali. Inoltre, il tema dei grandi impianti di riscaldamento a gasolio sarà affrontato attivamente, avviando progetti di risanamento. Come sostituti degli impianti termici fossili entrano in considerazione diversi sistemi di riscaldamento più ecologici, come l’utilizzo del calore residuo, il teleriscaldamento, l’impiego di biomassa, legna (riscaldamenti alimentati da trucioli) o pompe di calore, come anche le energie alternative. Ne scoprite di più nella galleria di immagini riportata in basso.


armasuisse Immobili Guisanplatz 1
CH-3003 Berna
Tel.
+41 58 463 20 20

E-Mail


Gli orari d’apertura domande telefoniche

Lunedì - Giovedì
08:00-12:00/ 13:15-17:00

Venerdì
08:00-12:00/ 13:15-16:00