print preview

Sistemi di sondaggio meteo per forze aeree e artiglieria

Oggi tempo bello, caldo e poco nuvoloso. Sentire alla radio informazioni meteorologiche come queste è sufficiente per pianificare una grigliata con gli amici. Quando però si tratta ad esempio di assicurare che il tiro dell’artiglieria o delle forze aeree sia infallibile, l’esercito necessita di informazioni assai più precise sulla massa d’aria e la sua densità.

Raphael Neuhaus, settore specialistico Sistemi di condotta, settore di competenza Sistemi di condotta e di esplorazione

Nell’immagine si vede una nuvola con sotto la scritta Cluster Meteo

 

Cos'è un radiosondaggio?

Una radiosonda equipaggiata con diversi strumenti di misurazione viene trasportata in quota da un pallone gonfiato con idrogeno o elio. Per il sondaggio, dal 2018 l’esercito svizzero utilizza esclusivamente elio. Questa radiosonda sale ad una velocità più o meno costante di circa 5 m/s e viene portata via dal vento. Il sistema di sondaggio misura e trasmette valori di temperatura, umidità e pressione dell’aria e i dati eolici dell’atmosfera, dal suolo fino a una quota di 30 km. A questo scopo, si fa salire una radiosonda dotata di sensori per la temperatura e l’umidità e di un sistema di posizionamento globale (GPS). Ogni radiosonda trasmette i valori misurati alla stazione terrestre, via radio e ad intervalli di un secondo. Sulla base di questi dati si possono determinare i profili verticali dei parametri misurati, fino alla quota alla quale il pallone scoppia. 

Ogni curva rappresenta il comportamento di un parametro meteorologico in funzione della quota. La curva blu indica il profilo dell’umidità relativa dell’aria e quella rossa il profilo della temperatura. La curva verde sulla destra indica la velocità del vento e quella viola la sua direzione
Profilo di sondaggio
© MeteoSchweiz

Il sistema di radiosondaggio ARGUS

Il sistema di radiosondaggio ARGUS 37 è stato sviluppato da Meteolabor AG appositamente per la ricerca meteorologica e ha permesso di rilevare e analizzare i dati di radiosondaggio con poco sforzo. Il committente era MeteoSvizzera.

Nel 2017 fu acquistato per le forze aeree il sistema di sondaggio meteorologico di alta quota ARGUS 48, un’evoluzione del sistema ARGUS 37. Nel 2020, armasuisse SS FAF è stata incaricata di acquistare per l’artiglieria un sistema di sondaggio che permettesse un utilizzo mobile durante gli interventi. La soluzione che sarà in grado di farlo è ARGUS 60, attualmente in fase di prototipo e sviluppata sulla base di ARGUS 48 per poter soddisfare i requisiti aggiuntivi. L’obiettivo di avere un sistema per forze aeree e artiglieria potrà essere raggiunto grazie alla compatibilità. Le condizioni meteorologiche influiscono molto sulle traiettorie dei proiettili di artiglieria e di mortaio quando si tratta di ottenere, con il primo fuoco, l’efficacia sull’obiettivo richiesta. A questo scopo, nel corso del sondaggio con ARGUS60 vengono create delle notifiche meteorologiche, che vengono poi riprese da INTAFF e ulteriormente elaborate. 

In collaborazione con armasuisse, MeteoSvizzera ha pubblicato un appalto per l’acquisto di un sistema di radiosondaggio automatico. Questo sistema si trova a Payerne e attiva un sondaggio rispettivamente a mezzogiorno e a mezzanotte, 365 giorni all’anno. Per questo vengono messe a disposizione nel sistema e collegate alla condotta del gas più sonde con palloni. Ciascuno di questi palloni viene gonfiato e , una volta raggiunta la circonferenza richiesta, si apre il coperchio e la sonda parte automaticamente. 

Sistema di radiosondaggio automatico
Sistema di radiosondaggio automatico
© MeteoSchweiz