print preview

Progetto SMAE

Sia il collaudato vestiario da combattimento 90/06 con il relativo pacchettaggio, attualmente in uso, sia il giubbotto di protezione 96, devono essere sostituiti. Un sistema modulare di abbigliamento ed equipaggiamento per gli impieghi militari (SMAE) aiuterà i militari ad adempiere il mandato negli impieghi attuali e futuri. Il nuovo sistema terrà conto degli sviluppi tecnologici e del potenziale di ottimizzazione sul piano della logistica.

Informazione generale

  • L’acquisto iniziale sarà finanziato con il Programma d’armamento 18.
  • L’acquisto sarà effettuato tramite concorsi pubblici, in modo da poter introdurre il nuovo sistema a partire dal 2022.

 

Descrizione del sistema

Sottosistemi SMAE (Rappresentazione di massima)
Sottosistemi SMAE (Rappresentazione di massima)
© VBS/DDPS

Lo SMAE comprende quattro sottosistemi:

  1. Vestiario da combattimento: consiste in biancheria intima, tuta mimetica (estiva e invernale), giacca a vento, impermeabile e protezione antifreddo.
  2. Pacchettaggi: consistenti in diversi dispositivi di porto (cinturone, giubbotto tattico e/o spallaccio), zaini di varie dimensioni e relativo set di tasche.
  3. Vestiario di protezione balistica: consiste in un porta-piastre (superficie di protezione ridotta; impiego in caso di grande impegno fisico/mobilità) e in un giubbotto antiproiettile classico con relativo colletto e protezione addominale (superficie di protezione massima; impiego in caso di impegno fisico normale/impieghi statici).
  4. Sacca idrica: consistente in serbatoio, tubi flessibili e diversi adattatori per bottiglie PET.

Lo SMAE è caratterizzato da una grande modularità.

  • Il sistema «a buccia di cipolla», già introdotto e collaudato per il vestiario da combattimento, viene mantenuto, per consentire all’utente di adeguare il proprio abbigliamento alla temperatura e alle condizioni meteorologiche in modo individualizzato.
  • Un sistema di attacchi permette inoltre di montare e indossare le varie tasche in modo specifico in funzione dell’impiego (scegliendo tra spallaccio, zaino, porta-piastre o giubbotto di protezione).

 

Prove presso la truppa

Nell’ambito di due serie di prove (prove di concetto) effettuate su un gruppo di sperimentatori di 15 persone composto da militari di carriera, è stato possibile ridurre le varianti a due per sottosistema.

A luglio di quest’anno inizieranno le prove presso la truppa, che dureranno fino al mese di febbraio 2018. Le prove servono a testare lo SMAE nell’impiego quotidiano, verificandone l’utilità e il valore aggiunto e la sua idoneità per la truppa nella pratica.
Le prove saranno effettuate con il concorso di circa 350 militari appartenenti complessivamente a 13 formazioni d’addestramento/centri di competenza.

Lo SMAE sarà testato nella versione “sistema di base”, il quale potrà successivamente essere adeguato o completato per le funzioni speciali.

Durante le prove presso la truppa tutti i componenti saranno testati in tinta unita. In seguito, al momento dell’introduzione, per gran parte degli articoli si passerà al motivo mimetico 16 multi-terreno.

Motivo mimetico 16 multi-terreno
Motivo mimetico 16 multi-terreno
© VBS/DDPS


Comunicazione armasuisse Jacqueline Stampfli-Bieri
Kasernenstrasse 19
3003 Berna
Tel.
+41 58 464 62 47