print preview

Ritornare alla pagina precedente Messagi e Manifestazioni S+T


Il Cyber-Defence Campus pubblica il suo primo rapporto annuale 2021

Il Cyber-Defence (CYD) Campus pubblica per la prima volta un rapporto annuale che illustra alla comunità ciber e ad altri soggetti interessati le attività svolte nel 2021, come i progetti di ricerca e innovazione, i dimostratori sviluppati e l’ampliamento dei laboratori.

07.02.2022 | Sarah Frei, Cyber-Defence Campus, armasuisse Scienza e tecnologia

Si può vedere una croce bersaglio in primo piano. Sullo sfondo, una persona è seduta a un computer.

 

Il CYD Campus fa parte dell’Ufficio federale dell’armamento, armasuisse Scienza e Tecnologia, e opera da tre anni. Persegue obiettivi strategici che sono stati definiti nel piano d’azione per la ciberdifesa, nella Strategia Ciber DDPS e nella Strategia nazionale per la protezione della Svizzera contro i ciber-rischi (SNPC), assumendo tra gli altri i seguenti compiti chiave: individuare tempestivamente le tendenze del mondo digitale, promuovere la ricerca e l’innovazione delle tecnologie informatiche e formare ciberspecialisti.

Nell’ambito della tempestiva individuazione delle tecnologie informatiche, nel 2021 la ricerca sistematica di nuove tecnologie e start-up è stata estesa ad altri sei paesi. Lo scouting tecnologico consiste nell’osservazione mirata e nell’identificazione precoce di cambiamenti significativi e nuove sviluppi tecnologici di grande importanza. Al già consolidato monitoraggio della tecnologia e del mercato in Svizzera, negli Stati Uniti e a Singapore, si affianca ora un monitoraggio attivo degli sviluppi informatici e delle tendenze nel Regno Unito e in Germania, Austria, Francia, Estonia e Israele mediante una rete internazionale di partner. Gli ultimi sviluppi in queste aree vengono così analizzati tempestivamente ed esaminati con nell’ambito di studi e prove di fattibilità con gli organismi competenti a livello federale. Si tratta delle cosiddette «Proof-of-Concept», che sono state una dozzina nel 2021.

Per quanto riguarda la promozione della ricerca e dell’innovazione delle tecnologie informatiche, nel 2021 è stata ulteriormente sviluppata la collaborazione con istituti superiori come i Politecnici  Federali (PF) di Zurigo e Losanna, la ZHAW nonché l’Università di Losanna. Parallelamente alle esigenze di difesa, tale collaborazione potrebbe estendersi a nuovi campi della tecnologia, come la crittografia post-quantistica, la lotta contro la disinformazione o la protezione di infrastrutture critiche.

Relativamente alla promozione di cibertalenti, nel 2021 il CYD Campus ha assegnato insieme al PF di Losanna dieci borse di studio a degli studenti talentuosi, che hanno potuto così consolidare le loro competenze in materia di ciberdifesa. Altri 35 studenti hanno potuto completare un stage universitario o scrivere tesi di master o di dottorato presso il CYD Campus.

Nel 2021 il CYD Campus ha promosso ulteriori eventi, come seminari, hackathon, conferenze o Cyber Startup Challenge, stimolando così l'interconnessione della comunità della ciberdifesa svizzera. Un esempio è il Car Hackathon organizzato lo scorso ottobre. Nel corso di questo evento, durato una settimana, complessivamente 20 partecipanti del PF di Zurigo, dell’Università di Oxford, di fedpol, dell’esercito svizzero e di armasuisse hanno studiato le possibili vulnerabilità di sette veicoli (di produttori diversi, di tipo militare e civile, sia elettrici che non elettrici) e compiuto i primi passi in questo settore della sicurezza.


Ritornare alla pagina precedente Messagi e Manifestazioni S+T