print preview

Ritornare alla pagina precedente Messagi e Manifestazioni S+T


Dispositivo radar di mappatura per il rilevamento di elicotteri in fase di test

Per i settori dei servizi informativi, la ricognizione delle attività al suolo fornisce informazioni molto rilevanti. Tali immagini vengono acquisite anche con cosiddetti dispositivi radar di mappatura. Il loro vantaggio consiste nel fatto che riescono a produrre immagini di ricognizione al suolo sia di giorno che di notte, ma anche in condizioni di nuvolosità. Attualmente i collaboratori di armasuisse Scienza e tecnologia (S+T) stanno testando come mappare anche oggetti in volo.

07.10.2022 | Peter Wellig, Settore specialistico Gestione della ricerca e Ricerca operativa, armasuisse Scienza e tecnologia

Scatola bianca con sensori direttamente sotto l'ala destra di un aereo leggero.
Il dispositivo radar di ricerca MIRANDA-35 è integrato nel pod bianco sotto l’ala destra dell’aereo leggero. Nella foto sono riconoscibili le antenne del pod, che trasmettono e ricevono i segnali radar.

I dispositivi radar di mappatura, in inglese Synthetic Aperture Radar (SAR), sono installati su droni, velivoli o anche su satelliti e producono immagini ad alta risoluzione del tutto simili a quelle fotografiche. I radar SAR scansionano la superficie di determinate aree utilizzando onde elettromagnetiche e catturano immagini bidimensionali del terreno, che vengono utilizzate, ad esempio, da organizzazioni militari o dai servizi informativi per la ricognizione delle attività al suolo. I radar SAR offrono il vantaggio di poter catturare queste preziose immagini di ricognizione sia di giorno che di notte, nonché in condizioni di nuvolosità. Questo perché le onde radar non necessitano della luce solare e possono facilmente penetrare le nuvole.

Possibilità di rilevare oggetti fermi e in volo

In futuro, tuttavia, tali dispositivi di ricognizione per mappatura dovrebbero essere in grado di rilevare e distinguere anche oggetti volanti come aerei ed elicotteri. Si tratta di un’operazione molto particolare, perché i sistemi SAR sono progettati soprattutto per l’acquisizione di immagini del terreno e non per il rilevamento di oggetti in volo. Pertanto, questa nuova modalità operativa, la cosiddetta modalità Air Moving Target Indication (AMTI), richiederà notevoli modifiche agli algoritmi radar. A tal fine, armasuisse S+T, insieme ai suoi partner, ha raccolto i primi preziosi dati di misurazione per la valutazione dell’AMTI in un'apposita campagna, svoltasi in Svizzera alla fine di agosto 2022.

Prime misurazioni in Svizzera 

Per la campagna di misurazione è stato utilizzato il sensore di ricerca SAR MIRANDA-35 del Fraunhofer Institut per la fisica delle alte frequenze e le tecniche radar, a bordo dell’aereo leggero Delphin. Per poter acquisire oggetti in volo per la prima volta con MIRANDA-35, un Eurocopter EC635 dell’esercito svizzero ha volato al di sotto dell’aereo leggero, seguendo varie traiettorie, caratterizzate da velocità e direzioni di volo diverse. Lo scopo era ottenere immagini ad alta risoluzione con una buona messa a fuoco, le cosiddette immagini SAR inverse ri-focalizzate. Se ciò dovesse riuscire, aerei, droni più grandi ed elicotteri potrebbero non solo essere rilevati nello spazio aereo profondo, ma anche essere distinti sulla base dell’immagine. Ciò apporterebbe un importante contributo e complemento al quadro della situazione aerea locale, che fornisce agli operatori un elenco degli oggetti in volo all’interno di un determinato spazio aereo.
I ricercatori dell’Università di Zurigo stanno attualmente elaborando i dati raccolti con algoritmi speciali. Sarà particolarmente interessante valutare i limiti della messa a fuoco delle immagini, ad esempio fino a quale velocità di volo è possibile produrre un’immagine interpretabile.

Questo complesso esperimento di volo è stato condotto dai due settori specialistici Prova in volo di armasuisse Sistemi aeronautici e Sensori di armasuisse S+T. La campagna di misurazione si è svolta nell’ambito delle attività del programma di ricerca S+T di armasuisse «Ricognizione e sorveglianza». Questi e altri test servono a valutare il potenziale di sviluppo dei sistemi SAR. 


Ritornare alla pagina precedente Messagi e Manifestazioni S+T