Messaggi

Prova di concetto sulle tute mimetiche per il camuffamento

Un’impresa industriale svizzera ha creato per S+T un modello di tuta mimetica realizzato con un tessuto speciale rivestito di un materiale di nuova concezione. 

Le tute possiedono qualità mimetiche per la banda degli infrarossi. A metà maggio, nell’ambito di uno studio di lungo periodo, sono state realizzate con la truppa sulla piazza d’armi del Monte Ceneri alcune prove di concetto per il camuffamento individuale. L’effetto mimetico delle tute è stato analizzato su diversi sfondi e a diverse ore del giorno per mezzo di videocamere nello spettro del visibile e a infrarossi. Le prove effettuate hanno permesso di constatare i possibili effetti mimetici offerti dalla nuova tecnologia di rivestimento, le sfide a livello di sviluppo e le prevedibili proprietà delle tute a livello di comfort.

Nuovi standard per la durata di vita della polvere utilizzata nelle cariche di lancio

Il 16 e 17 febbraio 2017 sono giunti a Thun 22 esperti provenienti da dieci Paesi, che si sono incontrati per occuparsi tutti insieme della rielaborazione di una norma “standard” della NATO. La norma attuale era stata aggiornata per l’ultima volta nel 2007. Sul piano tecnologico, da allora vi è stata una grande evoluzione per quanto riguarda il metodo per la determinazione della durata di vita della polvere utilizzata nelle cariche di lancio. Nell’ambito di questa nuova fase biennale di rielaborazione occorrerà integrare nella norma i recenti progressi metodologici. In collaborazione con altri partner, S+T ha già pubblicato diversi contributi scientifici sull’argomento. Dalle discussioni svolte durante il workshop è emerso che la maggior parte dei Paesi desidera integrare nel nuovo standard i risultati pubblicati da S+T. Un altro importante tema del convegno era rappresentato dalla definizione di una procedura che consenta di introdurre nella polvere per cariche di lancio nuove molecole meno inquinanti senza però compromettere una previsione sulla durata di vita. I risultati delle attività del gruppo di lavoro saranno presentati nell’ambito di una riunione plenaria della NATO che si terrà dal 1° al 3 marzo 2017.

Persona di contatto: dott. Patrick Folly

Simulationi

Già nei tempi antichi l’uomo si lambiccava di continuo il cervello per migliorare le armature, che erano il vestiario di protezione di allora. Anche le due guerre mondiali del secolo scorso hanno favorito il continuo sviluppo di questo tipo di abbigliamento, che oggi è destinato principalmente all’esercito e alla polizia e soggiace nel mondo intero a metodi di prova standardizzati.

Tracciamento multi-sensore

La Svizzera aderisce all’iniziativa politica «Partenariato per la pace», sostenuta congiuntamente dalla NATO e da 22 Stati membri. Per il nostro Paese si tratta di un forum importante, rilevante per la sicurezza: oltre a permettere la promozione degli interessi e lo scambio di informazioni, l’adesione al Partenariato per la pace consente anche di partecipare a campagne internazionali quali la campagna EMBOW a favore delle contromisure difensive. Con la piattaforma ideata da S+T per il tracciamento multi-sensore, il team di S+T mette a disposizione uno strumento all’avanguardia, il quale costituisce il cuore del sistema svizzero.

Antenna

La rete radio d’emergenza consente di informare la popolazione svizzera in situazioni di crisi. Nell’ultimo decennio la rete è stata ammodernata, ma i vecchi cavi di collegamento all’antenna d’emergenza mostrano i segni del tempo e occorre preparare la loro sostituzione. Le necessarie conoscenze tecniche rischiano di andare perdute.

Leggere di più...

Ricerca di inesplosi sepolti nel terreno

Nelle scorse settimane S+T ha verificato la presenza di residui di vecchie munizioni in una torbiera del Giura bernese in vista della sua rinaturazione. Ma prima di procedere alla rinaturazione occorre procedere a lavori di sgombero la cui portata è oggetto di analisi e valutazione da parte dei nostri specialisti.

Leggere di più...

Nelle operazioni di smilitarizzazione, la tutela dell’ambiente è un aspetto importante. Grazie alla sua decennale esperienza, la Svizzera è maestra anche in questo campo. Questa esperienza andrà ora a beneficio anche di un progetto della NATO, la quale intende farvi capo per la smilitarizzazione di un’area in Serbia.

Leggere di più...

Difesa dai droni

Il 30 e il 31 agosto scorsi si è tenuto a Bregenz il consueto seminario annuale tra addetti ai lavori austriaci e svizzeri. Il ricco programma ha attirato numerosi partecipanti di varie unità organizzative del Ministero della difesa austriaco (BMLVS) e del DDPS. I colloqui sono sfociati nell’identificazione di quattro conclusioni fondamentali riguardanti le munizioni senza piombo, i droni, i missili da crociera e le attività di modellizzazione e simulazione.

Leggere di più...

: sezione del tubo d’urto utilizzato con le tre lance a pressione integrate e i due sensori di riferimento incassati nella parete del tubo.

Fino a poco tempo fa, i laboratori del mondo intero dovevano far capo a un unico produttore commerciale per l’acquisto di lance a pressione. Solo alla fine dell’anno scorso un secondo fabbricante ha presentato un prodotto pronto per il lancio sul mercato, offrendo per la prima volta da anni un’alternativa.

Leggere di più...

NEMP Prüfeinrichtung für den Tiger F-5 Test

Una cinquantina di anni or sono, i responsabili degli acquisti d’armamenti in Svizzera, grazie ai loro buoni rapporti coltivati dal Politecnico federale di Zurigo con gli istituti di ricerca americani, poterono accedere a informazioni sugli impulsi elettromagnetici associati alle esplosioni nucleari (Nuclear Electromagnetic Pulse, in breve NEMP). Da allora, nel nostro Paese vengono applicate le misure di protezione sviluppate negli Stati Uniti contro le detonazioni a livello del suolo. Ma se si verificasse un’esplosione del genere in Svizzera, i problemi elettronici sarebbero secondari, ragion per cui ci si dovrebbe proteggere soltanto contro i NEMP di una detonazione ad alta quota, tra i 40 e i 100 km.

Nel tempo trascorso da allora, oltre 400 prove pratiche sui NEMP e sulle microonde ad alta potenza (HPE), effettuate sui beni d’armamento, hanno evidenziato che gli influssi sono meno gravi di quanto supposto.

Scarica elettrostatica per il testaggio della sicurezza di manipolazione effettuata nell’ambito di un Round Robin Test

Le parti che compongono le munizioni sono soggette a deperimento. Perciò occorre verificarne periodicamente l’idoneità. Con l’invecchiamento, il funzionamento delle munizioni, e degli esplosivi che esse contengono, tende a diventare meno affidabile. Le misurazioni effettuate nell’ambito di prove interlaboratorio (ring test) internazionali per il controllo della qualità hanno dimostrato che gli standard internazionali sono sempre stati rispettati.

Kleindrohne

I minidroni reperibili in commercio costano sempre meno. Questa è una delle concause della loro diffusione e di conseguenza dell’aumentato interesse nei confronti di soluzioni affidabili per la copertura dei compiti di sorveglianza. Per disporre di strumenti utili a valutare meglio l’impatto e le possibilità in rapporto con il radar come potenziale sensore per la sorveglianza, S+T ha condotto estese indagini, sperimentali e numeriche, con l’ausilio di un minidrone comunemente reperibile in commercio.

Leggere di pi`...

Messaufbau PaBiRa

armasuisse S+T ha attualmente realizzato uno studio che esamina le potenzialità e i futuri sviluppi di una nuova tecnologia radar. Lo studio consente di effettuare una stima per il prossimo decennio su un potenziale che però comporta anche dei rischi. Le conoscenze acquisite vengono a colmare una serie di lacune e rivestono grande importanza per una valutazione attendibile dei sistemi radar passivi e bistatici.

GMTF im Tarnkit

Le proprietà mimetiche vengono sottoposte a esami e verifiche periodiche. Dal 3 agosto all’11 settembre 2015, nel capannone della Fiera di Thun, S+T misura la firma radar di un veicolo per trasporto truppa protetto (VTTP). L’apparecchiatura di misurazione utilizzata a questo scopo è oggetto di uno studio a lungo termine che esplora l’impatto delle proprietà mimetiche sulla visibilità dei veicoli per introdurre miglioramenti nel loro camuffamento.

Leggere die più...

Windkraftanlagen

Sulla scia della svolta energetica, cresce costantemente anche l’interesse per l’energia eolica. In Svizzera, tuttavia, gli impianti eolici possono provocare influssi negativi sugli impianti del DDPS. Nell’ambito di uno studio di base, il settore S+T è stato incaricato di effettuare una ricerca sistematica per stabilire in quale misura gli impianti eolici possono influire sui sistemi del DDPS e quali provvedimenti si possono adottare per evitare queste interferenze.

Leggere di più...

antenne fisse ad alta efficienza
Antennen im Einsatz

Le antenne sono elementi fondamentali per i sistemi di comunicazione e sorveglianza senza fili. S+T analizza lo sviluppo tecnologico ed esamina le possibilità di utilizzo delle antenne per le diverse necessità d’impiego dell’esercito svizzero.

Leggere di più...

Satelliten: Hochtechnologische Unterstützung aus dem All

S+T ha esaminato, analizzato e valutato le possibilità di impiego dei satelliti nel campo delle comunicazioni. Lo studio, commissionato dallo SMEs, riassume le principali conclusioni del lavoro compiuto, dagli elementi di fisica alle analisi di mercato e alle previsioni sul futuro dei sistemi satellitari.

Leggere di più...

Cockpit

S+T ha allestito una panoramica del parco di sistemi di simulazione e istruzione disponibili. L’istruzione è uno dei perni di tutte le organizzazioni di sicurezza, tantopiù per l’esercito svizzero, confrontato a una continua riduzione delle possibilità e dei tempi a disposizione per l’istruzione e del numero di istruttori. Lo sviluppo basato sull’ottimizzazione dell’utilità in relazione ai risultati dell’istruzione è sempre un elemento fondamentale.

Le prove simulate della comunicazione richiedono grande concentrazione
Simulation der Kommunikation_

Le organizzazioni competenti in materia di sicurezza, come il DDPS, la polizia o i Cantoni, sono tenute costantemente ad adeguarsi di fronte a un contesto in rapida evoluzione. In questo stato di cose, un approccio metodico crea una competenza decisionale e consente anche di risparmiare sui costi. Nell’ambito di una prova di concetto, il settore S+T effettua un’analisi a più stadi, che parte dalla simulazione su computer e prosegue con le prime prove iniziali sul terreno per poi terminare in un esercizio con truppa al completo.

Award
Best Paper Award Auszeichnung

Der vollinstrumentierte Gebirgsschiessplatz im Val Cristallina bietet Möglichkeiten für direktes und indirektes Schiessen wie auch für Sprengversuche. Die Geschützstellungszonen und Zielzonen sind klar festgelegt und berücksichtigen die Auflagen des Natur- und Landschaftsschutzes. Der Schiessplatz kann nur eingeschränkt benützt werden (Zeitfenster).

Lesen Sie mehr...

Akkreditierungs Zertifikat

Il settore Scienza e tecnologia (S+T) di armasuisse è stato riaccreditato per altri 5 anni, ossia fino al 5 febbraio 2021, come laboratorio di prova per i materiali e le strutture anti-attacchi sotto la sigla STS0118. Il Servizio di accreditamento svizzero (SAS) ha ricavato dai controlli condotto presso S+T un’impressione generale eccellente e di grande professionalità.

Leggere di più...

Geschoss beim Austritt aus dem Rohr

Il settore di competenza Scienza e tecnologia (S+T) è stato incaricato di seguire e valutare lo sviluppo della nuova granata d’esercizio 16 per i nostri lanciamine. La munizione è stata sottoposta a tutta una serie di test in diversi impianti di S+T, in modo da fornire alla truppa un prodotto sicuro e affidabile.

modello di testa in poliuretano

Tutti i militari sono equipaggiati con occhiali di protezione per proteggersi da frammenti proiettati o scagliati. Proprio le schegge più piccole possono facilmente colpire gli occhi e causare lesioni irrimediabili. Il settore S+T è stato incaricato dal settore di competenza Acquisti e cooperazione di armasuisse di individuare un metodo di prova confacente per gli occhiali di protezione, visto che non esistono ancora direttive specifiche per le esigenze dell’esercito.

FA/18

Das Dalle Molle Institute for Research in Artificial Intelligence (Istituto Dalle Molle di studi sull'intelligenza artificiale) feiert im Jahr 2016 seine zehnjährige Zusammenarbeit mit dem Kompetenzbereich Wissenschaft+Technologie von armasuisse

Lesen Sie mehr...

Unterwassermetalldetektor im Einsatz

Dal 12 al 16 ottobre 2016, su richiesta del servizio di sgombero del Land Baden-Württemberg e in collaborazione con il Comando KAMIR, S+T ha condotto una ricerca sperimentale nel lago di Costanza. Lo scopo dell’esercizio consisteva nel ricercare bombe inesplose della seconda guerra mondiale. Un brillante esempio di collaborazione transfrontaliera tra Germania e Svizzera nel settore della protezione delle acque.

Geborgene Übungsmunition

La piazza di tiro per l’aviazione del Lago di Neuchâtel è utilizzata per esercizi di tiro da oltre 80 anni. Quando vengono trovate munizioni inesplose nel lago, come quest’anno nella prima settimana di agosto, per il recupero e il disinnesco bisogna far capo a specialisti competenti. Sul posto è giunta una folta squadra di esperti, tra cui anche collaboratori del settore specialistico «Esplosivi e sorveglianza delle munizioni» di S+T, che ha ripescato e messo al sicuro le otto «bombe» per poi trasportarle via destinandole al brillamento.

Leggere di più...


Scienza e technologia S+T Feuerwerkerstrasse 39
CH-3602 Thun
Tel.
+41 58 468 28 00
Fax
+41 58 468 28 41

E-Mail


Stampare contatto

Scienza e technologia S+T

Feuerwerkerstrasse 39
CH-3602 Thun

Vedi mappa