print preview

Comunicazione e protezione elettromagnetica

I sistemi di comunicazione e di condotta hanno il compito di fornire informazioni senza indugio a tutti i livelli di condotta. Lo scambio sicuro di dati complessi tra i responsabili delle decisioni e le forze d’intervento rappresenta una sfida in particolare negli impieghi mobili. Si tratta di garantire le misure di protezione contro le minacce elettromagnetiche per tutti i sistemi dell’esercito rispettando al tempo stesso i limiti imposti dalla legge all’emissione di radiazioni non ionizzanti. Le valutazioni e sperimentazioni realizzate dai nostri esperti assicurano il soddisfacimento dei requisiti militari e legali relativi ai sistemi di comunicazione e di condotta.

WTK_kommunikation_und_elektromagnetischer_Schutz

Sistemi di comunicazione e condotta

La comunicazione è l’elemento centrale di ogni sistema di condotta e informazione. I requisiti in merito a copertura, capacità e disponibilità vengono definiti in base alle esigenze militari e verificati in relazione alla loro funzionalità. L’immunità elettromagnetica o la resilienza delle reti durante una crisi e la protezione da un acceso alle informazioni non autorizzato sono tutti aspetti importanti rilevanti ai fini della sicurezza.

Radiazioni non ionizzanti (NIR)

S+T gestisce il centro di competenza per radiazioni non ionizzati del DDPS (KOMZ DDPS) svolgendo compiti di coordinazione centralizzata estesa a tutti i livelli. Questo permette di garantire la protezione di persone. Per nuovi progetti che comportano NIR le emissioni elettromagnetiche vengono calcolate e valutate in riferimento alla normativa legale vigente in materia. Dopo la messa in funzione, si misurano le radiazioni e, se necessario, si fanno proposte di risanamento.

High-Power Electromagnetics

Particolare attenzione è rivolta in questo contesto agli effetti elettromagnetici e alla loro compatibilità e su questi vengono allestite delle perizie focalizzate su aspetti quali High-Power Electromagnetics, Nuclear Electromagnetic Pulse, protezione contro i fulmini e radiazioni non ionizzanti. Sulla base dei requisiti tecnici, gli specialisti forniranno quindi le prove della protezione.

Infrastruttura per test unica nel suo genere

I nostri impianti di prova e misurazione sono a disposizione di clienti nazionali e internazionali per la prova di sistemi e componenti. Tutti gli impianti sono equipaggiati con le più moderne installazioni. Il nostro personale altamente qualificato garantisce una gestione professionale dei test.

Stazione di misurazione antenne

wtk_antennenmessplatz_witzwil

Terreno adibito alla misurazione di antenne nella gamma di frequenze VHF/ UHF con piattaforma rotante, torre di misurazione e cabina di misurazione. Questo impianto si adatta per la determinazione di diagrammi di antenna nonché per la caratterizzazione di proprietà radiogoniometriche.

 

Comunicazione per laboratori

WTK_Labor_Komsys

L’impianto per la valutazione della prestazione di sistemi di comunicazione può essere utilizzato per misurazioni in laboratorio e sul campo nonché per processi di simulazione e valutazione. Esso si adatta inoltre per la valutazione di reti radio militari e dell’intero sistema di comunicazione.

 

Centro di competenza NIR

Messaufbau im Labor

Infrastruttura per la misurazione di sistemi a radiazione elettromagnetica dell’esercito in riferimento alla loro conformità alla normativa vigente in materia. Sono inoltre disponibili anche software per simulazioni specifiche alla situazione di campi elettromagnetici.

 

Laboratorio HPE

WTK_hpe-labor_spiez.

Impianti per la prova dell’immunità elettromagnetica nei confronti di sorgenti elettromagnetiche pulsate quali impulsi elettromagnetici a induzione nucleare, fulmini e altre interferenze intenzionali (High-Power Electromagnetics [HPE]).

 

Factsheet 1

Test sui sistemi radio del battello pattugliatore 16

Test sui sistemi radio del battello pattugliatore 16

armasuisse S+T ha proceduto alla verifica dei cavi dei sistemi radio installati sul prototipo del battello pattugliatore 16 e ha misurato i collegamenti tra i sistemi per valutare le potenziali interferenze reciproche.

Il battello pattugliatore 16 è equipaggiato con numerosi sistemi di comunicazione, navigazione e localizzazione il cui funzionamento dipende in parte dalla qualità dei collegamenti installati sul natante (cavi, prese ecc.) e con le antenne, ma in parte è anche influenzato dalle potenziali interferenze reciproche tra i vari sistemi. Entrambi gli aspetti sono stati oggetto delle analisi del settore specialistico Comunicazione e protezione elettromagnetica.

Leggere di più...

Factsheet 2

Attualità

Antenna

La rete radio d’emergenza consente di informare la popolazione svizzera in situazioni di crisi. Nell’ultimo decennio la rete è stata ammodernata, ma i vecchi cavi di collegamento all’antenna d’emergenza mostrano i segni del tempo e occorre preparare la loro sostituzione. Le necessarie conoscenze tecniche rischiano di andare perdute.

Leggere di più...

Factsheet 3

Ridimensionamento della minaccia rappresentata dalle microonde ad alta potenza

impianto di sperimentazione sui NEMP per il Tiger F-5

Una cinquantina di anni or sono, i responsabili degli acquisti d’armamenti in Svizzera, grazie ai loro buoni rapporti coltivati dal Politecnico federale di Zurigo con gli istituti di ricerca americani, poterono accedere a informazioni sugli impulsi elettromagnetici associati alle esplosioni nucleari (Nuclear Electromagnetic Pulse, in breve NEMP). Da allora, nel nostro Paese vengono applicate le misure di protezione sviluppate negli Stati Uniti contro le detonazioni a livello del suolo. Ma se si verificasse un’esplosione del genere in Svizzera, i problemi elettronici sarebbero secondari, ragion per cui ci si dovrebbe proteggere soltanto contro i NEMP di una detonazione ad alta quota, tra i 40 e i 100 km.

Nel tempo trascorso da allora, oltre 400 prove pratiche sui NEMP e sulle microonde ad alta potenza (HPE), effettuate sui beni d’armamento, hanno evidenziato che gli influssi sono meno gravi di quanto supposto.

Factsheet 4

Windkraftanlagen

Sulla scia della svolta energetica, cresce costantemente anche l’interesse per l’energia eolica. In Svizzera, tuttavia, gli impianti eolici possono provocare influssi negativi sugli impianti del DDPS. Nell’ambito di uno studio di base, il settore S+T è stato incaricato di effettuare una ricerca sistematica per stabilire in quale misura gli impianti eolici possono influire sui sistemi del DDPS e quali provvedimenti si possono adottare per evitare queste interferenze.

Leggere di più...

Factsheet 5

La tecnologia delle antenne a sostegno della sicurezza

antenne fisse ad alta efficienza
Kleindrohne

Le antenne sono elementi fondamentali per i sistemi di comunicazione e sorveglianza senza fili. S+T analizza lo sviluppo tecnologico ed esamina le possibilità di utilizzo delle antenne per le diverse necessità d’impiego dell’esercito svizzero.

Leggere di più...

Factsheet 6

Uno sguardo verso lo spazio: scenari d’impiego dei satelliti

Satelliti: sostegno ad alta tecnologia dallo spazio

S+T ha esaminato, analizzato e valutato le possibilità di impiego dei satelliti nel campo delle comunicazioni. Lo studio, commissionato dallo SMEs, riassume le principali conclusioni del lavoro compiuto, dagli elementi di fisica alle analisi di mercato e alle previsioni sul futuro dei sistemi satellitari.

Leggere di più...


Scienza e technologia S+T Sistemi di comunicazione e di protezione elettromagnetica
Dr. Alain Jaquier
Feuerwerkerstrasse 39
CH-3602 Thun
Tel.
Tel. +41 58 468 27 41
Fax
Fax +41 58 468 28 41

E-Mail

Scienza e technologia S+T

Sistemi di comunicazione e di protezione elettromagnetica
Dr. Alain Jaquier
Feuerwerkerstrasse 39
CH-3602 Thun