print preview Ritornare alla pagina precedente Visione d'insieme, attualità, manifestazione

Come l’Esercito svizzero si difende dagli attacchi informatici

Una difesa più efficiente contro gli attacchi informatici basata sull’apprendimento automatico: il Cyber-Defence Campus registra i primi successi. Questo grazie alla stretta collaborazione con la ricerca fondamentale del Politecnico di Zurigo e con le unità operative dell’Esercito che si occupano di cibernetica.

04.03.2020 | armasuisse WTC4I

«Piano di azione per la Cyber Defence» del DDPS
«Piano di azione per la Cyber Defence» del DDPS

Il Cyber-Defence Campus (CYD) anticipa gli sviluppi informatici ed è l’anello di congiunzione tra il DDPS, l’industria e la scienza per quanto riguarda tutte le tematiche di rilevanza informatica. Ad esempio, ha sviluppato una procedura per una difesa più efficiente contro gli attacchi informatici basata sull’apprendimento automatico. L’obiettivo di questo progetto del CYD Campus è di consentire all’esercito di identificare i tentativi di attacco globali in modo affidabile e in tempo reale.
 

L’intero contributo è stampato nell’ultimo numero di ASMZ: