print preview Ritornare alla pagina precedente Comunicati

Simposio sui tessili 2018

L’edizione 2018 del simposio sui tessili, giunto ormai alla 18a edizione, si è tenuta il 14 marzo scorso presso lo Stade de Suisse. Tra i circa 310 invitati nazionali e internazionali si contavano in particolare rappresentanti dell’industria tessile, degli ambienti scientifici e del settore privato. Il programma della manifestazione comprendeva sei relazioni destinate agli addetti ai lavori su temi quali la sostenibilità o l’innovazione e si è conclusa con una nota di spirito con una divertente conferenza sulla «salute sul posto di lavoro».

20.03.2018 | Comunicazione armasuisse

Simposio sui tessili 2018

 

I lavori del simposio sui tessili di armasuisse sono stati aperti da Thomas Knecht, responsabile del settore di competenza Acquisti e cooperazione, il quale, dopo aver espresso il proprio compiacimento per la presenza dei numerosi partecipanti, ha sottolineato che rispetto all’anno scorso il tema della sostenibilità degli acquisti non ha perso nulla della sua importanza. Thomas Knecht ha inoltre aggiunto che nell’ambito degli acquisti pubblici occorre operare una maggiore differenziazione tra offerta economicamente più conveniente e prezzo più economico.

Dopo questa introduzione, il capo dell’armamento Martin Sonderegger ha dato il benvenuto ai partecipanti dell’edizione 2017 del simposio. Il nostro capo dell’armamento ha assicurato ai partner commerciali dell’industria tessile che anche dopo l’entrata in vigore delle modifiche previste nell’ambito della revisione totale della legge federale sugli acquisti pubblici il nostro atteggiamento e la vigente prassi rimarranno chiari: la riservatezza sarà sempre garantita, tanto per i segreti d’affari e di fabbricazione quanto per le basi di calcolo, in quanto si tratta di informazioni che vanno protette con fermezza.

Il primo a salire sul podio dei relatori è stato Claus Carbon, professore di psicologia generale e metodologia dell’Università di Bamberg. Il professor Carbon ha illustrato al pubblico di addetti ai lavori i processi psicologici che si celano dietro l’esperienza tattile. Ha inoltre sottolineato che i fori del settore tessile tendono spesso a trascurare il marketing e gli aspetti riguardanti lo stile di vita / la moda, entrambi elementi molto importanti dal punto di vista della psicologia percettiva e del consenso della clientela. In particolar modo nel campo del marketing, è necessaria una maggiore integrazione multisensoriale, poiché la vita reale è sempre multisensoriale.

La relazione successiva è stata tenuta da Ferdinand Metzler, fondatore e CEO della Fision SA, società con sede a Zurigo che sviluppa software in grado di effettuare una misurazione digitale della taglia e contribuisce così alla trasformazione digitale del processo di abbigliamento. Per Metzler, i vantaggi della digitalizzazione del processo di misurazione consistono nel fatto che essa consente di ottimizzare e canalizzare le offerte e la catena di approvvigionamento e di soddisfare i desideri di individualizzazione e personalizzazione.

È quindi seguita la relazione del dottor Rudolf Hufenus del Laboratorio federale di prova dei materiali e di ricerca (EMPA), il quale ha parlato delle potenzialità offerte da un filamento di nuovo tipo con nucleo liquido per i dispositivi di protezione individuale. Grazie alla loro capacità di deviare l’energia, i liquidi hanno un’enorme importanza per il miglioramento delle caratteristiche ammortizzanti dei tessuti.

L’ultimo conferenziere prima della pausa di mezzogiorno è stato il brigadiere Hans Schatzmann, comandante della Sicurezza militare, il quale ha tenuto una relazione sul settore da lui diretto. Oggi la Sicurezza militare svolge le funzioni di polizia dell’esercito ed è integrata allo Stato maggiore di condotta dell’esercito. La Sicurezza militare dell’esercito svizzero conta 545 collaboratori a tempo pieno e oltre 1000 soldati di milizia. Essa svolge molteplici compiti a favore dell’esercito svizzero. L’Ulteriore sviluppo dell’esercito (USEs) prevede lo scioglimento dello Stato maggiore di condotta e la subordinazione della Sicurezza militare al Comando Operazioni, con quattro battaglioni di milizia. L’ex quartier generale della Polizia militare a Berna sarà trasferito a Sion.

Dopo la pausa di mezzogiorno, il podio è stato occupato da Hans Meulman della ditta olandese DSM, il quale ha presentato la fibra ad alta efficienza Dyneema e dei vantaggi da essa offerti nel campo dei sistemi di protezione leggeri. La fibra Dyneema viene utilizzata soprattutto per la protezione di persone e veicoli.

A nome della Gherzi SA ha preso la parola Giuseppe Gherzi, che ha tenuto una relazione sull’evoluzione della catena del valore nel settore tessile nel periodo 2015 - 2020. La Gherzi SA è una società di consulenza attiva a livello internazionale che si occupa principalmente di tessili, della compravendita di imprese e della pianificazione della produzione. La tradizionale catena del valore nel settore tessile è e rimarrà anche in futuro influenzata da tre aspetti: megatendenze, incessante trasformazione e tecnologie distruttive. Giuseppe Gherzi ha appellato a un ripensamento dei modelli di business attualmente in voga nel settore tessile europeo.

Come contrappunto conclusivo, Lutz Jäncke, professore ordinario di neuropsicologia all’Università di Zurigo, ha parlato della razionalità del cervello umano.

Il responsabile del settore Acquisti e cooperazione ha chiuso il simposio ringraziando tutti i relatori e i partecipanti e augurando loro un buon viaggio di ritorno, in attesa del prossimo incontro per la prossima edizione, in programma a Berna il 14 marzo 2018.   

Comunicazione armasuisse Kasernenstrasse 19
CH-3003 Berna
Tel.
+41 58 464 62 47

E-Mail